Dipingere con l'orzo

Un tempo i colori per dipingere venivano prodotti direttamente dagli artisti. La loro tavolozza era dunque quella di madre natura, dai colori delicati, "terrosi", caldi. Oggi siamo abituati ai tubetti della produzione industriale con ampie gamme di colori, brillantezza e resistenza alla luce.

Spesso però contengono sostanze tossiche, potenzialmente pericolose in mano ai bambini (soprattutto in bocca!) e altamente inquinanti, basti pensare alla categoria degli smalti...
I colori vegetali sono meno resistenti alla luce e nel tempo possono sbiadirsi ma sono atossici e si possono creare a casa anche con scarti di cucina!
Io ho iniziato con una ricetta facile facile ricavando da scarti di orzo tostato, un bellissimo e caldo marrone-beige da usare come un acquerello oppure diluito per fare gli sfondi "antichizzati".

Ingredienti:
-fondi di orzo tostato (quello per fare il caffè d'orzo)
-acqua
-un pentolino
-una boccetta (io ho usato quella dei preparati fitoterapici con il contagocce)
Procedimento:
-far bollire e cuocere l'orzo tostato con poca acqua per almeno 15 minuti, tenendo conto che maggiore sarà il tempo di cottura e la percentuale d'orzo rispetto all'acqua, più scuro verrà l'inchiostro.

Sono molto soddisfatta del risultato e soprattutto è bello dipingere con il profumo d'orzo che sale alle narici!

Commenti

Stefane ha detto…
Bellissima idea!!!
Domani la provo....grazie
ps: ho trovato il suo blog sul forum sai cosa ti spalmi!
underneath_the_bridge ha detto…
Grazie mille per la splendida idea!
oggi ho provato a fare l'inchiostro e l'ho subito provato!

http://it.tinypic.com/r/20ginah/6

http://it.tinypic.com/r/2qjwyvk/6
Lorella ha detto…
Grazie. Molto interessante questa ricetta per dipingere. Prima o poi la proverò anch'io.
Ne conosci altre?
Complimenti per il tuo blog.
Ciao.
DegliAlberi ha detto…
Anche io sto scoprendo tanti acquarelli naturali, come l'acqua di cottura del cavolo viola, che una volta asciutto rimane azzurro sulla carta! Davvero affascinante! Ho una foto qui http://www.flickr.com/photos/deglialberi/6311959106/in/photostream
Inoltre sono anche utili per tingere i tessuti, e basta l'aceto come fissante naturale :) Io mi diverto da matti!

Post popolari in questo blog

Rilegare a filo

Copertina rigida rivestita

Pastrugno lavapiatti