martedì 5 maggio 2009

Pastrugno lavapiatti

Nel mio eterno esperimento con i detersivi autarchici, mi sono recentemente imbattuta in una nuova simpatica combinazione: amido e bicarbonato. Tutto è nato quando ho preparato parecchi kg di seitan senza buttare i litri e litri di acqua piena di amido, che sono rimasti per diversi giorni nella vasca da bagno. Che sorpresa! L'amido si era depositato tutto sul fondo ed, eliminando l'acqua in eccesso, sono riuscita a raccoglierne facilmente i pezzettoni solidificati. Voi non dovete per forza fare 10kg di seitan per sperimentare il "pastrugno lavapiatti"potete anche comprarlo nei negozi, possibilmente quello che si usa per lavarsi, perchè quello per le torte è moolto caro!
Mescolate due cucchiaiate di amido con due di bicarbonato, aggiungete qualche goccia d'acqua e intingete la spugna per lavare i piatti, oppure usatelo per l'ammollo delle stoviglie unite, è un ottimo sgrassante!

17 commenti:

Erbaviola ha detto...

Ottimo, ci provo! Io uso invece sale grosso e limone tritati con poco aceto nel mixer, ne faccio una bottiglia alla settimana e va alla grande :) adesso provo con l'amido

Edera ha detto...

Io utilizzo sapone di marsiglia fatto da me sciolto in acqua, bollito finchè non diventa gel. Però è un lavoro un pò lungo...
Dici che come amido va bene anche l'amido di mais? Oppure si deve usare l'amido in scaglie,quello per lavare i bimbi?

Rugiada ha detto...

Ciao a tutte!!!

x Erbaviola
Anche io l'ho provato e l'ho trovato buono. Se riesci a trovarti bene con l'amido, soprattutto se fai il seitan, penso che sarebbe la soluzione più ecologica ed economica ;-)

x Edera
Fantastico il gel di marsiglia. Io lo uso nella lavatrice. Il sapone è quello fatto in casa da me usando l'olio fritto e pulisce benissimo i panni. L'amido di mais è un forse po' tropo caro, prova ad orientarti su quello per il bagnetto dei bimbi. Ah, quando fai la pasta prova ad usare l'acqua, ricca di amido, della cottura se non lo fai già :-). Fammi sapere com'è andata la ricerca!

.manu. ha detto...

Ciao! Anche io uso il sapone descritto da Erbaviola ma a brevissimo rifarò il seitan e proverò questo metodo con l'amido che tenterò di recuperare..speriamo in bene! Per il sapone di cui parlate tu ed Edera..non so se ho capito male io..è quello con cui poi si fa il sapone d'aleppo?? cioè lisciva+olio (bollirebollirebollire) però lasciato liquido invece che in saponette? in questo caso, sapendo già di utilizzarlo solo per i panni (e/o stoviglie) si può usare l'olio recuperato dagli utilizzi casalinghi con buoni risultati? Scusate, so che spesso paio un po' tonta..spero di averci azzeccato e di non aver travisato tutto.. Intanto grazie! :)

Rugiada ha detto...

Ciao Manu! Il sapone è quello che faccio io in casa con gli olii di frittura ben filtrati e la soda caustica. E' importante conoscere gli olii usati per poter calcolare il coefficente la percentualegiusta di soda caustica, che varia in base al tipo di olio. Se vuoi invece usare l'olio di oliva ho fatto un post tempo fa, lo trovi qui http://autoproduzione.blogspot.com/search/label/sapone
altrimenti per approfondire il tema del sapone vai su questo sito bellissimo: http://www.ilmiosapone.it/
troverai anche le tabelle per calcolare la soda.
Baci e buon spignatamento!

Edera ha detto...

Provato! Ci ho aggiunto anche qualche goccia di olio essenziale di limone. Ottimo, sgrassa davvero.

Grazie :)

.manu. ha detto...

Ciao Rugiada! Ti ho inserita per il "premio Honest Scrap, spero non ti dispiaccia! Vieni a fare un giro da me per sapere di cosa si tratta!
A prestooooo!

Sibia ha detto...

io recupero sempre l'acqua della pasta per lavare i piatti.. è uno spettacolo!! :)

Lory ha detto...

Ciao,
ti ho segnalata come una delle "vincitrici" del mio Honest scrap. Ora tocca a te! Spero non ti dispiaccia!
Ciao
Lory

Anonimo ha detto...

L'acqua della pasta per lavare i piatti la usava mia mamma e me la faceva usare quando ero piccola ma a me dava fastidio.
Non faccio il seitan ma recupero l'amido di patata.
Contro il bruciore di stomaco si può bere 4 volte al giorno un intruglio di succo di patata.
Si passa la patata alla centrifuga (o si grattugia e si strizza) si aggiunge succo di limone, si lascia depositare. Si versa il succo piano in un altro bicchiere, si aggiunge acqua, si dolcifica e si beve. Bisogna rifarlo ogni volta.
L'amido che resta sul fondo del bicchiere. Ci metto acqua, lascio depositare, tolgo l'acqua, lo metto ad asciugare. Si può usare come normale fecola di patata.
La polpa si può mettere in una minestra.

Bibi ha detto...

sono proprio nel periodo delle mie prime sperimentazioni, proverò sicuramente anche questo, grazie :)
B.

Anonimo ha detto...

http://neuterkar.blogspot.com/

Alessandra ha detto...

Interessantissimo, grazie :-)

Marcabruna ha detto...

Bellissimo blog, complimenti!! Ti ho aggiunta fra i miei link :-)

lalunainsoffitta ha detto...

Ho appena scoperto il tuo blog..omplimenti è davvero bello ..anch'io promuovo uno stile di vita eco-sostenibile basato sull'autoproduzione, la creatività e la solidarietà ..proverò per il detersivo .Grazie

stefy ha detto...

complimenti ,questo detergento lo farò sicuramente ,per ora l'amido del seitan lo utilizzavo per gnocchi e polpette ora nche per il detersivo...grazie mille

Monia V ha detto...

Ciao, bellissima idea, non ho mai fatto il seitan, ma magari un giorno proverò. L'idea di associare le proprietà di amido e bicarbonato mi alletta, davvero una bella trovata! Ciao e a presto, Monia.